fbpx
skip to Main Content
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-00
CALICE di Moooi (Ph. Moodcreativo)

20 LAMPADE DI DESIGN
Una selezione di lampade a sospensione
e da parete

 

Le lampade di design hanno una duplice funzionalità, estetica e funzionale.
Sono belle da guardare e arredano anche da spente, come un oggetto prezioso.

Quando sono accese hanno la funzione di illuminare con il loro fascio luminoso. Il quale varia a seconda del modello, della direzione di luce, luminosità, luminanza, e colore di temperatura.

[Leggi anche “come ottenere una casa ben illuminata”]

Dal 2000 i Led hanno permesso di svincolarsi dalla lampadina spingendo i designers a creare nuove forme, decisamente più leggere rispetto alle vecchie concezioni. Mi riferisco a lampada che disegnano lo spazio con cavi sottili, per poi concentrare la fonte di luce in maniera puntuale.

Questo nuovo concetto regala forti emozioni a chi entra in uno spazio semi vuoto, caratterizzato dal disegno della lampada sospesa.

Ecco perché abbiamo voluto inserire nella lista anche questa tipologia di lampade, belle da guardare sospese nel vuoto a sottolineare nuovi volumi.

Partiamo con una selezione di Lampade a sospensione.

10 LAMPADE A SOSPENSIONE

lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-03

1) STRINGH LIGHT (Flos).

Lampada a sospensione a luce diffusa. Corpo in pressofusione di alluminio verniciato nero opaco, rivestito con vernice trasparente soft-touch. Diffusore ottico in PC opalino. L’interruttore on/off è elettronico con meccanismo ottico. Interruttore on/off e dimmer possono esser gestiti con un applicazione di controllo remoto per Android e Apple.
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-02

2) WIREFLOW (Vibia).

Questo Chandelier appartiene alla collezione lampade a sospensione tridimensionali che comprende modelli da 20, 42, 43 diffusori Led.
La lampada reinterpetra il tradizionale lampadario attraverso l’esercizio della semplificazione.
Esalta i contorni e allo stesso tempo crea una forte presenza formale. La struttura in acciaio con cavi sottili rifiniti da terminali in vetro pressato e luce Led.
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-07

3) MESH (Luceplan).

Una lampada di grande impatto teatrale la cui struttura, quasi trasparente, è composta da una rete di cavi flessibili con sorgenti Led posizionate alle loro intersezioni.
Struttura in acciaio e lenti in policarbonato. Finitura nera.
La particolare struttura consente un’eccesionale libertà nel controllo della luminanza. È possibile regolare l’intensità della luce e scegliere quali porzioni della lampada accendere.

Il concetto di lampade a sospensione si è evoluto rispetto a qualche decennio fa.
Non solo nella versione classica sopra il tavolo da pranzo, si prestano bene in diversi punti della casa. Qualche esempio?
Poste sopra un coffe table laterale al divano, oppure inserita nella zona lettura, magari in relazione ad una chaise longue. Interessante il loro utilizzo anche in altre stanze, come la camera da letto e il bagno.

Donano un tocco in più all’ambiente arredato. Belle sole, più caratterizzanti se accoppiate o addirittura, in alcuni casi, composte da più elementi.

lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-06

4) MULTI LIGHT (Gubi).

La Multi Light abbraccia l’epoca d’oro del design danese con la sua caratteristica forma di due ombre mobili esterne opposte che consentono di creare un’istallazione personale.
Questa lampada può essere trasformata in molteplici combinazioni in cui la luce può essere diretta verso l’alto, verso il basso o emanare una luce artistica asimmetrica. Disegnata per la prima volta nel 1972 da Louis Weisdorf.
Composta da due forme cilindriche che pongono le fondamenta della lampada e un anello in metallo che racchiude e fissa i due paralumi a quarto di sfera.
Base in ottone, ottone nero o cromo. Il corpo si può scegliere in sei diverse colorazioni da catalogo.
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-04

5) ARRANGEMENTS ROUND LARGE (Flos)

Un prodotto di illuminazione a sospensione a luce diffusa. Corpo in alluminio estruso, curvato a macchina a controllo numerico e verniciato a polvere nero. Diffusore in silicone ottico platino. Ogni componente può essere collegato al gruppo di alimentazione tramite un sistema di collegamento elettrico e meccanico studiato per allestimenti personalizzabili del prodotto.
Il rosone può essere a superficie o a incasso per soffitti in cartongesso. L’elettronica integrata nel rosone consente l’utilizzo di sistemi dimmerabili.

Continuando l’elenco di lampade a sospensione, ci sono le bellezze senza tempo come la Semi Pendant di Gubi.

Sempre elegante e leggera, ovunque la si metta. Datata 1968 è una lampada unica nel suo genere, sempre attuale e di gran stile.

Il concetto senza tempo può essere visto anche dal punto di vista opposto, ovvero dare un nuovo tempo a modelli che hanno fatto epoca. Un esempio è il caso della Lampada Ok di Flos, un’interpretazione dell’iconica lampada Parentesi firmata Achille Castiglioni.

lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-09

6) SEMI PENDANT (Gubi).

Lampada a sospensione basata su due quarti di cerchio messi insieme, schiena contro schiena. Il suo caratteristico paralume in metallo smaltato ad arco crea una luce diffusa a forma di cono, ideale su un tavolo da pranzo o sul piano di lavoro della cucina.
Disegnato per la prima volta nel 1968 reagendo alle forme organiche morbide di quegli anni con linee nitide, pulite e una forma geometrica. Ha avuto un grande successo negli anni ’80, diventando il design danese più venduto.
Oggi proposto in sei finiture: Nero o bianco semi opaco, ottone lucido, rame e cromo.
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-08

7) OK (Flos).

Un’interpretazione futurista di uno dei modelli storici del marchio, la lampada Parentesi firmata Achille Castiglioni.
Lampada a luce diretta. Testa in alluminio pressofuso verniciato lucido o cromato. Corpo in materiale plastico stampato ad iniezione con coperchio in alluminio pressofuso verniciato lucido o cromato. Testa orientabile. Il corpo illuminante può essere spostato verticalmente facendo scorrere la struttura interna del corpo su un cavo in acciaio teso tra soffitto e pavimento. Interruttore dimmerabile con tecnologia Soft Touch. Quattro colorazioni da scegliere: bianco, nero, cromo e giallo.
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-01

8) VETRIGO NOVA (Petite Friture).

La grade tovaglia grafica poggia su vetro soffiato, sprigionando un’illuminazione estremamente morbida e dimmerabile con tecnologia led integrata. Due versioni di colore, bianco e nero.
La versione bianca per una luminosità abbagliante, ha il vetro in banco opalino su struttura bianca. La versione nera per un’atmosfera soffusa e accogliente ha il vetro fumè su struttura nera.
Gli archi sono in fibra di vetro. Tre dimensioni disponibili con diametro di 110/140/190 cm.
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-10

9) MESHMATICS (Moooi).

Un Chandelier dall’aspetto sofisticato in acciaio zincato e ottone. La natura dell’umile rete metallica si è elevata grazie ad una serie di strumenti, sviluppati dal designer, per modellarla con precisione.
Disponibile in due dimensioni: 58 / 90 cm di altezza. Dimmerabile da rete.
lampade-di-design-sospese-blog-moodcreativo-05

10) SKYGARDEN 2 (Flos).

Lampada a sospensione a luce diffusa firmata Marcel Wanders. Diffusore semisferico in gesso colato lavorato meccanicamente, verniciato internamente di bianco. Il supporto del diffusore in gesso è in lega di alluminio pressofuso.
Finitura esterna in color ruggine, oro opaco. Meraviglioso nella versione nero o bianco lucido in contrasto con l’opacità del gesso lavorato. Diametro 90 cm (versione grande).

Per avere la nostra consulenza.

10 LAMPADE DA PARETE

Arricchiscono lo spazio e perfezionano l’arredamento di casa anche le Lampade da Parete. Dal classico concetto di applique a lampade che agganciate alla parete si prolungano nello spazio con i bracci creando così nuovi scenari.

Meglio pochi elementi ben in armonia tra loro che eccedere con il risultato di non capirci nulla!
Come ogni protagonista di una scena teatrale, serve dare il giusto ruolo e lo spazio necessario per essere ammirata.
Caratterizzano parti del soggiorno, diventano interessanti nei corridoi, da non sottovalutare in camera da letto sopra il comodino come ad esempio per la lampada IO di Fontana Arte.

lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-02

1) AP3B (Editions Serge-Mouille).

Lampada da parete orientabile in metallo.
Il corpo è in acciaio, attacco base-riflettore in ottone e il riflettore in alluminio.
Le colorazioni in metallo sono bianco e nero con interruttore sempre bianco.
Ingombro massimo 379 x 108 cm.
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-10-jpg

2) STRUCTURAL (Vibia).

Fa parte di una collezione di lampade a parete che combinano la luce Led diretta e indiretta grazie ai loro volumi cubici, formando sculture integrate nell’architettura di ogni spazio.
La sorgente luminosa è racchiusa in una scatola di alluminio con diffusore in policarbonato. Disponibile nelle finiture grafite e light grey.
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-09-jpg

3) WIRERING WHITE (Flos).

Lampada da parete con luce indiretta, corpo in alluminio estruso calandrato con finitura zincata o verniciata.
Lo speciale cavo tangente è in gomma colorata e fornisce l’alimentazione. Dimmer con pedale presente sul cavo.
La fonte luminosa è posta su metà della superficie interna del cerchio, in direzione della parete.
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-04

4) IN THE TUBE (Dcw-Editions).

Disegnata dagli architetti Dominique Perrault e Gaëlle Lauriot-Prévost.
Si sono ispirati alle lampade tubolari industriali delle centrali nucleari francesi. Una lampada senza tempo e durevole.
La collezione In the tube è disponibile in diverse versioni di lunghezze, diametri e colori.
Il tubo è in vetro borosilicato chiuso con tappi in alluminio, nero o trasparente, sigillato in silicone e con fissaggi in acciaio inox. Maglie in ottone o acciaio, riflettori in alluminio e acciaio inossidabile.
In The Tube diffonde una morbida luce orientabile il cui colore è determinato dai materiali. Sono disponibili tre finiture: argento, rame e oro.

Ci sono lampade che si adattano bene ad ogni stile, altre che hanno una loro forte personalità. In entrambi i casi, quando si tratta di lampade di design bisogna inserirle nel progetto d’arredo come un oggetto. Dare ad ognuna il giusto ruolo senza dimenticare la loro performance illuminotecnica.

Un unico obiettivo, arredare, e più elementi da tenere in considerazione: Lo stile della casa, la forma della lampada, il fascio di luce che emetta da accesa e la temperatura di colore della luce.

lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-08jpg

5) THE PARTY (Moooi).

Ispirato ad un gruppo di persone forti e accattivanti. Questa lampada da parete è disponibile in cinque modelli da mischiare tra loro, volendo, in ceramica colata. Belle come le maschere appese, quando s’illuminano risultano anche simpatiche. Colore bianco e grigio. Dimmerabile da rete.
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-03

6) IO (Fontana Arte).

Lampada da parete a doppia emissione luminosa Led. Rimane quasi sospesa, molto vicina alla parete ma mai tanto da toccarla. Posizionata ad una distanza tale per cui la luce la accarezza delicatamente con un intimo effetto radente. Montatura a doppio asse di rotazione che consente al diffusore di ruotare di 360° gradi, direzionando la luce laddove è necessario.
Il diffusore è in alluminio pressofuso, verniciato con finitura opaca in quattro colori: grigio grafite, rosso, bianco e blu. Internamente è sempre bianco per riflettere al massimo la luce.
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-01

7) FOGLIO (Flos).

Disegnata da Tobia Scarpa nel 1966.
Lampada da parete a luce diretta/ indiretta/ parzialmente diffusa. Attacco a parete in acciaio stampato bianco lucido verniciato a polvere. Diffusore in acciaio verniciato a polvere lucido.
Disponibile in cromo, oro, bianca, nerone e nickel nero.
Una lampada discreta, elegante, senza tempo!
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-06

8) STICKS (Vibia).

Sticks è costituito da tre profili metallici in alluminio, ciascuno dei quali ruota sul proprio asse, consentendo alla luce di essere diretta esattamente dove necessario. Il diffusore è in policarbonato.
Il suo lungo braccio superiore si estende attraverso la stanza come un’installazione di arte astratta.
Le configurazioni personalizzate includono: soffitto-soffitto, parete-parete, pavimento-parete, parete-soffitto o sospensione.
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-05

9) FILO (Foscarini).

A metà strada tra una scultura luminosa e il lavoro di design, la lampada da parete Filo è composta da parti diverse e distinte che insieme creano un insieme davvero unico. Dalla forte suggestione d’arredo, è un abaco di colori che ne enfatizza le molteplici identità.
I materiali di cui è composta sono: porcellana, cavo tessile, vetro soffiato e metallo verniciato.
Disponibile anche nelle versioni lampada da tavolo e da terra.
lampade-di-design-da-parete-blog-moodcreativo-07

10) EDISON’S NIGHTMARE (Davide Groppi)

Una lampada da parete con interruttore dimmer, realizzata in metallo e vetro.
Si tratta di una classica lampadina inchiodata al muro. Come un’opera d’arte.
È un saluto alla lampadina di Edison. La lampadina ad incandescenza che non è più possibile vendere nella Comunità Europea, dal 1 Settembre 2012.

Le note aziende di settore sono molto attente all’aspetto estetico dei loro prodotti.

Dire, oggi, che una lampada sia di design è molto comune non solo per l’estetica e la firma di noti designer. Ci sono altri dettagli che ne fanno una lampada di alto livello di design, quali:

  • l’attenzione a nuove tecnologie d’illuminazione;

  • l’impatto visivo che completa il progetto architettonico;

  • i materiali selezionati;

  • la qualità di luce.

Tutti elementi, strettamente connessi tra loro, che spiegano anche il valore economico dietro a questo particolare prodotto d’arredo.

[Leggi anche “10 Lampade di Design da Tavolo”]

Per avere la nostra consulenza.

Back To Top