fbpx
skip to Main Content
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-00
LESBO (Artemide)

10 LAMPADE DI DESIGN DA TAVOLO
Una selezione di lampade come oggetti d’arredo

 

Le lampade di design hanno una duplice funzionalità, estetica e funzionale.
Sono belle da guardare e arredano anche da spente, come un oggetto prezioso.

Quando sono accese hanno la funzione di illuminare con il loro fascio luminoso che varia a seconda del modello, direzione di luce, luminosità, luminanza, e colore di temperatura.

Le note aziende di settore sono molto attente all’aspetto estetico dei loro prodotti.
Dire che una lampada sia di design oggi è molto comune, non solo per l’estetica e la firma di noti designer.
Ci sono altri dettagli che ne fanno una lampada di alto livello di design, quali:

  • l’attenzione a nuove tecnologie d’illuminazione;

  • l’impatto visivo che completa il progetto architettonico;

  • i materiali selezionati;

  • la qualità di luce.

 

Tutti elementi, strettamente connessi tra loro, che spiegano anche il valore economico dietro a questo particolare prodotto d’arredo.

Di seguito trovate la nostra selezione di lampade da tavolo:

10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-03

1) TACCIA (Flos).

Una lampada senza tempo, disegnata da Achille Pier Giacomo Castiglioni nel 1962.
Riflettore in metallo verniciato di colore bianco lucido a liquido internamente e bianco a polvere esternamente. Diffusore orientabile in vetro trasparente soffiato a bocca.
Corpo in alluminio estruso verniciato in nero opaco o anodizzato argento. Base in acciaio lucidato, nichelato e zapponato.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-06

2) ATOLLO (Oluce).

Lampada a luce diretta in alluminio verniciato, con dimmer. Un’icona di design dalle forme estremamente geometriche. Un cono sopra un cilindro e sopra a tutto la semisfera.
Scultura luminosa cui nulla è possibile togliere, nulle è possibile aggiungere.
È venduta in tre misure e tre possibilità di colore: bianco, nero e oro.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-10

3) SNOOPY (Flos).

Disegnata da Achille Pier Giacomo Castiglioni nel 1967.
Lampada a luce diretta con riflettore in metallo verniciato e base in marmo di Carrara bianco.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-08

4) NABILA (Tooy).

Fa parte di una collezione di lampade ispirate agli anni ’50. Qui la vediamo in versione lampada da tavolo.
Un oggetto luminoso bifacciale sferico in vetro borosilicato. La struttura è realizzata in metallo verniciato a polveri epossidiche arricchita con dettagli in ottone spazzolato o cromo nero.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-01

5) SATELLIGHT (Foscarini).

Una sfera illuminata galleggia come sospesa a mezz’aria.
Una campana di vetro soffiato satinato la protegge e trattiene il globo di luce.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-05

6) PINECONE (Fontana Arte).

Lampada caratterizzata da un diffusore prodotto mediante l’antica tecnica del vetro soffiato ingabbiato.
Si crea un gioco di tensione che genera un oggetto sospeso nell’atto di fuoriuscire dal proprio vincolo.
La gabbia è impreziosita da un trattamento galvanico che ne esalta l’aspetto rendendola lucida e brillante.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-07

7) SERENA (Flos).

Disegnata da Patricia Urquiola è una lampada da tavolo a luce indiretta e riflessa.
Dissipatore in alluminio estruso, riflettore in alluminio pre-anodizzato tranciato e piegato. Ha un interruttore dimmer che garantisce anche la regolazione del flusso luminoso.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-09

8) CURL (Luceplan).

Curl è una lampada dalle dimensioni molto calibrate e con una naturale presenza scultorea.
La tipologia di riferimento è la lampada da tavolino, un apparecchio al quale si chiede di fornire una luce diffusa, possibilmente schermata, e di creare un’atmosfera riposante. Può assumere posizioni diverse grazie alla forma della base; al suo centro un dimmer per controllare l’intensità della luce.
Il materiale utilizzato è un policarbonato stampato ad iniezione con finitura bianca.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-04

9) MULTI-LITE (Gubi).

Curl è una lampada dalle dimensioni molto calibrate e con una naturale presenza scultorea.
La tipologia di riferimento è la lampada da tavolino, un apparecchio al quale csi chiede di fornire una luce diffusa, possibilmente schermata, e di creare un’atmosfera riposante.
Può assumere posizioni diverse grazie alla forma della base; al suo centro un dimmer per controllare l’intensità della luce. Il materiale utilizzato è un policarbonato stampato ad iniezione con finitura bianca.
10-lampade-da-tavolo-blog-moodcreativo-02

10) BIAGIO (Flos).

Disegnata da Tobia Scarpa (figlio di Carlo Scarpa) nel 1968.
Lampada da tavolo a luce diretta. Il corpo della lampada è ricavato da un unico blocco di marmo di Carrara.
Una vera opera d’arte!

Per avere la nostra consulenza.

Back To Top